Blog: http://Ilfinegiustificailme.ilcannocchiale.it

Do ut des



Quello che vedete nell'immagine è il particolare di una busta, di cui ero destinatario, recapitata al mio indirizzo venerdì scorso, 26 Ottobre 2007 (notare il timbro, please). La missiva, dotata di regolare francobollo di Prioritaria, ha impiegato la bellezza di 16 (sedici) giorni - non contando le domeniche e il giorno della timbratura - per coprire una distanza che in auto richiede un'ora circa, traffico e rispetto dei limiti di velocità inclusi.
Non per fare la solita lagna, ma adesso mi sento di chiedere al santo di turno di intercedere equamente per tutti coloro che fanno uso del servizio postale e pagano regolarmente senza chiedere spintarelle di sorta, credenti o atei che siano. Perché ridimensionare la consuetudine italica alla raccomandazione più becera diventa un ostacolo insormontabile,
da impresa ardua quale è, se il buon esempio non arriva dall'alto. E riuscire a contenere questo diffuso fenomeno nostrano sarebbe già un vero miracolo.

Pubblicato il 29/10/2007 alle 8.31 nella rubrica Perbacco, come sono serio!.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web