Blog: http://Ilfinegiustificailme.ilcannocchiale.it

La commissione

(in salumeria)
- Marcoz: Buongiorno, (dà un'occhiata a un foglietto) due etti di prosciuto crudo, per favore.
- Salumiere: Due etti. Di crudo. È proprio sicuro?
- Marcoz: Mmm (rilegge), sì, due di prosciutto crudo.
- Salumiere: (si sporge dall'alto del bancone) Cos'ha lì?
- Marcoz: L'appunto che ha scritto mia moglie.
- Salumiere: E sono segnati due etti di prosciutto crudo, giusto?
- Marcoz: (perplesso) Eh, sì.
- Salumiere: Così lei deduce che il desiderio di sua moglie sia quello di avere il prosciutto crudo nella quantità di due etti.
(nel frattempo sono entrati altri clienti)
- Marcoz: (un po' smarrito) Così mi ha scritto… ha detto che avremmo mangiato prosciutto e melone.
- Salumiere: (con aria di superiorità) Eh, lei è un po' ingenuo, se mi permette. Quand'è che le è stato dato quel foglietto?
- Marcoz: Un quarto d'ora fa, più o meno.
- Salumiere: Ma lo sa che in quindici minuti possono succedere tante cose e che sua moglie può avere già cambiato idea?
- Marcoz: (incredulo) Scusi?!?
- Salumiere: Magari la sua signora ha scoperto che il melone in frigo è andato a male, per esempio.
- Marcoz: Oddio, spero di no. E allora?
- Salumiere: Allora il prosciutto crudo non va più bene.
- Marcoz: Come sarebbe a dire?
- Salumiere: Sarebbe a dire che probabilmente, in questo momento, sua moglie è lì che si dispera (drammatico) "Perbacco, il melone lo devo buttare e io ho detto di acquistare il crudo! Non immaginavo che sarebbe stato meglio avere della pancetta per cucinare le uova, quando ho dato quelle istruzioni. Che stupida! E adesso che faccio?".
- Marcoz: Vabbe', però…
- Salumiere: (deciso) Però,  però… Possiamo chiamare a casa?
- Marcoz: Chiamiamo! (cerca di mettersi in contatto col cellulare ma quello della donna non riceve) Non risponde, deve avere il portatile spento… e il telefono fisso non l'abbiamo più.
- Salumiere: (serio) Quindi non possiamo comunicare con la signora.
- Marcoz: (fa un cenno negativo con la testa)
- Salumiere: (fingendo disappunto) Eh, è un bel problema.
- Marcoz: No, guardi, nessun problema. Mi dia quanto c'è scritto qui (sventola il fogliettino) e non si preoccupi.
- Salumiere: E no! (offeso) Io mi preoccupo, eccome! Mi si sta chiedendo di rispettare una volontà che probabilmente è già stata invalidata da un nuovo contesto, diverso da quello che l'ha originariamente motivata: è una responsabilità!
- Marcoz: (si rivolge alle altre persone presenti) Scusate, sapete dirmi dove c'è un'altra salumeria da queste parti?
- Salumiere: (amaramente sorpreso) Ah, siamo a questo punto? Lei è qui, adesso, e questa è la sua Salumeria, non si discute!
- Marcoz: (conciliante) Senta, mi dia il prosciutto crudo e non abbia timore, mia moglie non verrà da lei a protestare nel caso non andasse più bene. Nel bene e nel male, quella brava donna si farà carico totalmente della scelta fatta un quarto d'ora… ehm (guarda l'orologio)… fatta mezz'ora fa.
- Salumiere: (scandalizzato) Ma bravo! E io che cosa ci starei a fare, qua? Per lei  sono solo il bottegaio, il manovale che fa andare l'affettatrice, eh? Non c'è rispetto per il mio ruolo sociale e, soprattutto, per i tanti tanti clienti che seguono diligentemente i miei consigli! (i presenti annuiscono)
- Marcoz: Ok, ok… facciamo così: (appallottola il bigliettino e lo mette in tasca) Buongiorno, posso avere due etti di prosciutto crudo? Sì, perché IO, IN QUESTO MOMENTO, desidero due etti di prosciutto. Crudo.
- Salumiere: No, non può averli.
- Marcoz: C-cosa?!?
- Salumiere: Buonuomo, ascolti bene: chi è l'esperto in materia, qui?
- Marcoz: (impietrito, fissa il negoziante)
- Salumiere: L'esperto è il sottoscritto. Ed è per questo che sono io il solo a poter decidere cosa è meglio acquistare in questo esercizio: la conoscerò bene la merce, no? Che ne vuole sapere, lei? Perciò, adesso, (incomincia ad affettare) le preparo un bel po' di salame, di mortadella, un'adeguata quantità di pancetta con l'aglio… (affetta) un'abbondante dose di prosciutto cotto, una bella soppressata e (affetta) bresaola quanto basta. Poi, forse, (ammonendo con l'indice alzato) ma solo dopo tutto questo, potrete avere del prosciutto crudo. Vedremo.
- Marcoz: (annichilito) Ma… ma in questo modo non mi basterà il contante.
- Salumiere: Avrà il bancomat, no? Oppure segno sul conto. Poi salderà, garantisco io. (chiude il pacco e lo appoggia sul banco) L'importante è che lei abbia compreso quanto fondamentali e imprescindibili siano i miei suggerimenti.
- Marcoz: Sì sì, (uscendo con il fardello) ho capito che quando sono gli altri a voler decidere per te va a finire che si paga un conto salatissimo.

Pubblicato il 18/10/2007 alle 7.2 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web